Territorio in scena

Una delle pagine dove il mondo rurale è stato protagonista, è costituita dal fenomeno, ancora non del tutto compreso, delle insorgenze e del brigantaggio post-unitario.

Eventi questi che hanno fortemente segnato le popolazioni e il territorio lucano e l’intero Mezzogiorno. Nella rappresentazione del brigantaggio attraverso l’evento del Cinespettacolo è possibile rintracciare i tratti salienti di un fenomeno che:

  • accompagna la storia della cultura contadina, ne esprime le ambivalenze e le fratture subite;
  • disvela la lacerazione storica, dell’impatto della «modernità» sulla società tradizionale e invita, a partire dalle lacerazioni, a ridefinire percorsi di riarticolazione sociale e a pianificare strategie di sviluppo integrato;
  • è elemento di evocazione anche all’esterno di tale cultura e può costituire un canale di comunicazione e di marketing del territorio;
  • consente di far emergere tratti e caratteristiche della civiltà rurale corrispondente alle aspirazioni e ai desideri di quell’articolato segmento di domanda turistica alla ricerca di cose autentiche, genuine, di un rinnovato contatto con la natura e l’ambiente;
  • favorisce il recupero di una più piena identità locale e definisce un percorso possibile di sviluppo fortemente orientato a interconnettere beni culturali e ambientali, prodotti, agricoli e artigianali, servizi di ospitalità, accoglienza, tempo libero.

Non si tratta, quindi, soltanto di ritrovare le ragioni, dei vinti o di tentare di capire il corso della storia e di quegli avvenimenti, ma di riconquistare una memoria, di rivisitare il passato senza censure, pregiudizi o sterili nostalgie, in quanto l’identità di un popolo è la sua storia; le sue radici affondano nel tempo, in un territorio fisico, in un paesaggio, in un clima, e nella pluralità delle storie di ceppi familiari e delle comunità locali.


Esaltare una identità, renderla attrattiva, seducente, svelarne l’unicità e l’autenticità, proponendola in una forma originale e innovativa come quella del Cinespettacolo, è lo scopo specifico di questa iniziativa artistico-culturaIe collocata in un più generale progetto di promozione territoriale.

Il Cinespettacolo è, in questa prospettiva, un tassello particolarmente pregiato del mosaico «Parco della Grancia», concepito per rappresentare in chiave moderna la dimensione sociale, culturale e storica della civiltà rurale, in un’ottica di sviluppo integrato capace di coniugare cultura, ambiente, storia, economia. Sono questi gli intenti che hanno animato tutti i soggetti che sono stati protagonisti della faticosa ma gratificante realizzazione del Cinespettacolo «La storia bandita».



> Scarica il Libretto di Scena in formato PDF